mercoledì , 18 ottobre 2017
Home » Guide » LA SCHEDA SD NON FUNZIONA? ECCO COME RECUPERARE I VOSTRI DATI!

LA SCHEDA SD NON FUNZIONA? ECCO COME RECUPERARE I VOSTRI DATI!

Sicuramente abbiamo fatto grandi passi avanti con la tecnologia in termine di spazio di archiviazione. E’ incredibile come un piccolo oggetto come una micro sd riesca ad avere tutto quello spazio di archiviazione per salvare le nostre foto,video, musica e documenti vari. Ma allo stesso tempo una micro sd risulta essere fragile e quindi potrebbe danneggiarsi facilmente. Siete stati negligenti ed ora avete tra le mani una memoria esterna che non funziona? Respirate e continuate a leggere per scoprire come fare a recuperare i vostri preziosi file.

 

Prima di procedere

Attenzione: se la vostra scheda SD è danneggiata non cercate di formattarla, altrimenti perderete tutto ciò che è memorizzato al suo interno. Una volta recuperati i contenuti invece, dovrete formattarla. Prima di portare la scheda SD da società addette al recupero dei file, vi consigliamo di seguire la nostra guida e solo dopo, nel caso in cui non funzionasse, di rivolgervi ad esse.

Prima di iniziare vi suggeriamo di provare un lettore di schede diverso. Se il vostro computer portatile o PC è dotato di uno slot per schede microSD e inserendola non viene riconosciuta, provate con un altro PC o lettore di schede USB. Lo stesso discorso vale se utilizzate il vostro smartphone come lettore. Spesso questo è un difetto del lettore di schede e non della scheda SD.

 

Come recuperare file da una scheda SD danneggiata

Ora che siete sicuri che la vostra scheda SD è danneggiata, avrete bisogno di usare un programma per recuperare i salvati al suo interno. Uno di questi è Disk Digger, che può tornare utile anche per recuperare i file cancellati accidentalmente. Una valida alternativa a Disk Digger è ZAR (Zero Assumption Recovery) o Recuva.

Tipicamente questi programmi funzionano in modo simile, per cui i passaggi da seguire sono pressappoco gli stessi, anche se va notato che alcuni di essi limitano il numero di file da recuperare.

 

Nota: non possiamo garantire al 100% che utilizzando questo software riuscirete a recuperare tutti i vostri file. Inoltre i file perdono il loro nome originale, anche se questo non dovrebbe essere un problema rilevante.

  • Scaricate e installate DiskDigger sul PC.
  • Inserite la scheda SD danneggiata nel PC.
  • Aprite DiskDigger con i diritti di amministratore.
  • Selezionate la scheda microSD e cliccate su Avanti.
  • Per recuperate il maggior numero di file possibili selezionate l’opzione che vi permette di scavare più in profondità tra i vostri file.
  • Il programma mostrerà tutti i file trovati: selezionate quello che volete recuperare e cliccate su Avanti.
  • A questo punto DiskDigger cercherà di recuperare i file selezionati analizzando la scheda SD: attendete la fine del processo che dovrebbe richiedere qualche minuto.
  • Al termine del processo vedrete visualizzato l’elenco dei file recuperati: selezionate quelli che volete ripristinare e selezionate la cartella di destinazione.

Suggerimenti per riparare una scheda SD corrotta

Ora che avete recuperato i file, concentratevi sulla scheda SD e fate in modo che non si danneggi nuovamente. Tenete a mente che la scheda SD può danneggiarsi per diversi motivi, uno di questi è semplicemente il fatto di tenerla in tasca (o nel portafogli) senza protezione. Questo può causare la rottura dell’interruttore di scrittura e renderla inutilizzabile con ogni dispositivo che deve scrivere sulla scheda, ad esempio uno smartphone.

Se la scheda sta bene “fisicamente”, allora dovrete scavare un po’ più a fondo. Se il vostro computer riesce a riconoscere la scheda SD, potrete fare affidamento a Windows per identificare il problema: fate click destro sulla scheda e selezionate Proprietà>Strumenti>Controlla. Così facendo Windows eseguirà una scansione della scheda per identificare il malfunzionamento. Se la vostra scheda non viene riconosciuta correttamente dal PC, dovrete andare in Computer/Questo PC. Se la scheda SD non c’è vuol dire che è gravemente danneggiata o che il lettore di schede che state utilizzando non funziona.

Può anche capitare che la scheda venga elencata, ma non abbia una lettera di directory. In questo caso, potrete assegnargliene una facendo click destro su di essa e scegliendo una delle opzioni proposte. In alternativa potrete cambiare il file system della scheda per far sì che Windows possa leggerla (FAT32 è il più compatibile).

Una volta che avrete recuperato tutti i dati e sarete sicuri che la scheda SD potrà essere riutilizzata, dovrete formattarla per renderla come nuova.

A proposito di: Golisano Adriano

Mi chiamo Golisano Adriano, ho 22 anni e sono un editor del blog Androidare. La mia unica passione è la tecnologia, ma sono un amante anche dei viaggi e nel mio zaino non devono mai mancare il mio smartphone Android,un pacco di brioche e un powerbank! Grazie alla possibilità che mi sta donando Androidare sto realizzando piano piano il mio sogno di farmi un nome nel mondo Android, e cercherò di mettercela tutta per potercela fare!

Check Also

OnePlus 5T

OnePlus 5T potrebbe arrivare a breve sul mercato

Durante le scorse settimane si è vociferata una possibile eliminazione del OnePlus 5T per anticipare ...

Recensione Speaker Aukey SK- M8 . Un concentrato di potenza al giusto prezzo!

Sempre più richiesto lo speaker bluethooth,da utilizzare in casa, con gli amici, all’aperto e in ...

Mate 10 Pro

Huawei Mate 10 Pro si mostra in alcune immagini dal vivo

Huawei Mate 10 Pro si mostra in alcune immagini live prima della presentazione ufficiale del ...

Galaxy A (2018)

Galaxy A (2018): nuovi render mostrano l’Infinity Display

La scorsa settimana vi abbiamo già parlato degli smartphone Galaxy A5 e A7 (2018) e ...

Pixel 2

Nuove immagini degli smartphone Pixel 2 e Pixel XL 2

Il solito tipster Evan Blass ci mostra in anteprima alcune immagini dei nuovi smartphone Google; ...